SiteLock

Concerto a Genova per la chiusura dell’Anno del Dalai Lama, giovedì 19 maggio, ore 21:30 

Giovedì 19 Maggio, ore 21:30, La Claque, Teatro della Tosse, piazza Negri 6, Genova

Gianni Maroccolo

Forte di una gloriosa carriera artistica ultra trentennale GIANNI MAROCCOLO, per la prima volta affronta un importante progetto a suo nome collocandosi al “centro" del palco. Un vero evento nel panorama musicale contemporaneo che vedrà il musicista raccontarsi e raccontare anni cruciali di un’ epoca importante della musica italiana. Lo spettacolo ha debuttato al Teatro Studio di Scandicci il 6 febbraio 2016, luogo a cui Marok è molto affezionato, con ambientazione e regia a cura di Giancarlo Cauteruccio.
NULLA E’ ANDATO PERSO’ è dunque un viaggio nel viaggio: da Via de Bardi 32, la storica cantina fiorentina dei Litfiba dove tutto ebbe inizio fino a vdb23, l’ultimo lavoro condiviso con il compianto Claudio Rocchi. Un racconto speciale affidato alla essenza della musica, della passione, degli incontri, della condivisione e di tutte le sfide che Gianni ha affrontato e vinto con l’autenticità che lo contraddistingue.

"Per la prima volta un passo in avanti ad arrivare fino al centro del palco.
Non è più il tempo per un nuovo gruppo né per quelli passati. da solo quindi a fare i conti con oltre 30 anni di musica vissuta e condivisa. Un pezzo di vita alla ricerca dell’incontro. umano, creativo, sorprendente. Litfiba, Beau Geste, Cccp, Csi, Pgr, Marlene Kuntz, Franco Battiato, Andrea Chimenti, Cristina Donà, Robert Wyatt, Krypton, Carmen Consoli, Lorenzo Cheurbini, Timoria, Ivana Gatti, Masbedo, Federico Fiumani, Emidio Clementi, Miro Sassolini, Ginevra Di Marco, Howie B, Tuxedomoon, Hector Zazou, Alessandra Celletti, e molti e molti altri ancora… fino ad arrivare all’ incontro più speciale, quello con Claudio Rocchi e al nostro “vdb23-nulla è andato perso”. Questo è il presente da cui ripartire; ed è ciò che ora desidero raccontare in musica. e come sempre, non sarò solo… verranno a farci visita a sorpresa amici e amiche di ieri, di oggi e di domani. hugs."
marok

Gianni Maroccolo., concerto Genova

nulla è andato perso”
da Via de Bardi 32 a vdb23

Musiche & Parole di:
Gianni Maroccolo, Claudio Rocchi, Litfiba, Andrea Chimenti, Csi, Pgr, Marlene Kuntz, Franco Battiato, Beau Geste, Beautiful, I.G., Tuxedomoon, Franco Battiato, Talk Talk, Joy Division, Vinicio Capossela, Faust’O….

Eseguite dal vivo da:
GIANNI MAROCCOLO / basso & electronics
ANTONIO AIAZZI / tastiere, synth, fisarmonica
ANDREA CHIMENTI / voce, pianoforte
BEPPE BROTTO / esraj, sitar, double guitar
SIMONE FILIPPI / batteria & electronics

Ambientazione e Regia
Giancarlo Cauteruccio

Una produzione LILIUM

in collaborazione con la
FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANA

Padiglione Tibet, Castello Visconteo, Pavia 11:03:2016 - 3

Dopo i concerti di Alberto Fortis (Venezia, luglio 2015) e de I Nomadi (Terni, novembre 2015), sarà Gianni Maroccolo con il suo Nulla è andato perso Tour a chiudere l'Anno del Dalai Lama, iniziato giovedì 19 febbraio 2015.
L'evento, creato per festeggiare l'80° compleanno di S.S. Tenzin Gyatso (6 luglio 2015, 20° giorno del 5° mese dell’anno tibetano 2142, “Anno della Pecora di Legno”), è stato promosso e coordinato da FPMT (Fondazione internazionale per la Preservazione della Tradizione Mahayana), Progetto L’Eredità del Tibet e Comitato Padiglione Tibet.
Nel corso dei mesi, si è susseguita in tutta Italia una serie di iniziative quali: insegnamenti spirituali, mostre fotografiche, conferenze, proiezioni di film-documentari ed eventi artistici.
Il concerto di Maroccolo e dei suoi compagni di viaggio (Antonio Aiazzi, Beppe Brotto, Andrea Chimenti e Simone Filippi) suggella dunque degnamente la fine di questi festeggiamenti (anche se le attività del Comitato promotore dell'evento continueranno nel tempo). Alla serata saranno presenti con uno stand i rappresentanti delle tre organizzazioni promotrici e una delegazione di laici e religiosi tibetani in esilio.
Gianni Maroccolo, storico bassista e co-fondatore di Litfiba , CCCP, CSI e PGR è un artista indipendente, musicista tra i più apprezzati a livello nazionale. Il suo progetto Nulla è andato perso si sviluppa attraverso musiche & parole firmate dallo stesso artista e da Claudio Rocchi, Litfiba, Andrea Chimenti, Csi, Pgr, Marlene Kuntz, Franco Battiato, Beau Geste, Beautiful, I.G., Tuxedomoon, Talk Talk, Joy Division, Vinicio Capossela, Faust’O...

Logo Organizzazioni promotrici

FPMT (Fondazione per la Preservazione della Tradizione Mahayana)
Organizzazione internazionale non-profit, fondata nel 1975 da Lama Thubten Yeshe. La Fondazione si dedica alla trasmissione in tutto il mondo della tradizione buddhista mahayana e dei suoi valori attraverso l’insegnamento, la meditazione e il servizio alla comunità. Essa si basa sulla tradizione buddhista tibetana della scuola Gelugpa di Lama Tzong Khapa, come ci è stata trasmessa dal nostro fondatore Lama Thubten Yeshe e dal nostro direttore spirituale Lama Thubten Zopa Rinpoce. Inoltre trae ispirazione dall’esempio di Sua Santità il Dalai Lama e dal suo costante impegno caritatevole. La proposta di specifici programmi di studio e di sessioni di insegnamento tenute da maestri qualificati fornisce una formazione educativa integrata e ha come prima finalità la cura della persona e lo sviluppo del suo pieno potenziale di infinita saggezza e compassione. Con tali prospettive la FPMT si impegna a creare ambienti armoniosi che favoriscano tutti gli esseri nelle più alte motivazioni di servizio agli altri e responsabilità universale. La FPMT Italia appartiene a questa rete internazionale costituita da centri di insegnamento buddhista, centri di meditazione, centri di ritiro, monasteri per monaci e monache, case editrici, hospice, centri di cura e altri centri di servizi per la comunità .

Progetto L’Eredità del Tibet
Il Tibet è, e soprattutto è stato, un autentico Cuore dell’Asia. Quella tibetana era una civiltà di grande valore, poco sviluppata dal punto di vista del progresso materiale ma incredibilmente progredita sotto il profilo della ricerca filosofica e interiore. L’invasione cinese del 1950 ha cercato di annientare quel mondo portandolo sino alla soglia dell’estinzione totale. Il Dalai Lama ha più volte affermato che il Tibet sta attraversando il periodo più oscuro e difficile della sua storia millenaria. Noi crediamo dunque che il Paese delle Nevi abbia oggi bisogno dell’aiuto della comunità internazionale. Se quella antica e nobile cultura dovesse sparire per sempre sarebbe una tragedia non solo per le donne e gli uomini che abitano il Tetto del Mondo ma per il nostro intero pianeta che perderebbe una delle sue più significative espressioni. Il Progetto L’Eredità del Tibet nasce dalla consapevolezza dell’urgenza di questo aiuto e cerca, con le sue modeste energie, di contribuire alla conoscenza degli elementi essenziali di quello che è stato efficacemente chiamato, il “Messaggio dei Tibetani”.

Comitato PADIGLIONE TIBET (ideato e curato da Ruggero Maggi)
Il progetto artistico, ideato nel 2010 e presentato a Venezia durante la Biennale d'Arte nel 2011 e nel 2013 con il patrocinio del Comune di Venezia - Assessorato alle Politiche Giovanili Centro Pace, si pone l’obbiettivo di evidenziare il connubio tra Arte Sacra Tibetana ed Arte Contemporanea Occidentale.
Un unico tema declinato nei modi della pittura, della scultura, della performance, del video per sottolineare il profondo senso di spiritualità dell'universo tibetano e creare un ponte sensibile che induca i visitatori ad una maggiore conoscenza di questo popolo. Dopo le esposizioni a Venezia, a Torino al Palazzo delle Esposizioni, al Museo Diotti di Casalmaggiore (CR), alla Biblioteca Laudense di Lodi, al Teatro Dal Verme di Milano e dopo i servizi giornalistici di RAI Parlamento trasmessi su RAI 1 e RAI 2, è stato costituito un Comitato per promuovere e coordinare tali attività artistiche, tra cui la recente partecipazione alla Biennale del Fin del Mundo a Buenos Aires  e l'esposizione di una summa delle tre edizioni veneziane di Padiglione Tibet al Castello Visconteo di Pavia.

Maroccolo & C

Maroccolo & C

Ingresso: 20 euro 
Informazioni: info@teatrodellatosse.it - biglietteria@teatrodellatosse.it  -enzo.onorato@liliumproduzioni.com - tel. 010.2470793, dalle ore 15:00 alle ore 19:00 - www.facebook.com/giannimaroccolo.official
Fausto Pirìto (responsabile per i rapporti con i mass media del Comitato “Anno del Dalai Lama”) - cell: 349.1226602 - annodeldalailama@gmail.com - www.facebook.com/pages/Anno-del-Dalai-Lama/1500491466838140?fref=nf
s.antichi@tiscali.it - tel. 348.2269667

www.padiglionetibet.com/ - maggiruggero@gmail.com - cell. 320.9621497
Ufficio stampa: Maryon Pessina - 3333951396 maryon@ma9promotion.com - Andrea Vittori - 3470357107 andrea@ma9promotion.com

La Claque - Teatro della Tosse
Piazza Negri, 6
Genova

Condividi su:

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi