SiteLock

Massimiliano Finazzer Flory: Verdi legge Verdi, Palazzetto dello Sport di Monza

Il Consorzio Vero Volley, martedì 17 gennaio 2017, alle ore 21 presso il Palazzetto dello Sport di Monza organizza lo spettacolo “Verdi legge Verdi”, scritto e interpretato dal regista, attore e drammaturgo Massimiliano Finazzer Flory
L’appuntamento vedrà protagonista anche il coro dei “Sancarlini”, il Coro Giovanile del Teatro di San Carlo di Napoli, oltre che l’intervento straordinario del Maestro Massimo Morelli al pianoforte, e mette la musica in primo piano: “Come diceva Verdi, torniamo all’antico e sarà progresso - sottolinea Massimiliano Finazzer Flory -. L’antico sarà ritornare a parlare ai giovani. Parlare a una società con la musica del nostro tempo. Non bisogna avere paura di mettere insieme l’Aida con Michael Jackson, gli Abba con Rigoletto, La donna è mobile con i Queen”.
Un’opera d’eccezione, la piéce “Verdi legge Verdi” scritta e interpretata del regista, attore e drammaturgo Massimiliano Finazzer Flory, ha avuto il suo debutto di fronte ad un pubblico internazionale al Teatro Farnese di Parma in occasione del centesimo anniversario di Acqua di Parma (maggio 2016).
In questo nuovo lavoro Massimiliano Finazzer Flory offre una chiave interpretativa originale. Sceglie di esplorare la biografia di Giuseppe Verdi dando voce allo stesso compositore con una selezione di lettere originali dedicate all’Italia, alla musica, alla politica, all’arte, e tre passioni di Verdi: Dante, Manzoni e Shakespeare.

img_73329_123228

Di Verdi è nota l’opera della sua musica, ma prima del compositore c’è un uomo che scrive, che legge e non ci sarebbe lirica senza scrittura.
"Verdi che legge Verdi" è l’uomo che legge interiormente il compositore, il figlio che cerca il Padre. Nessun grande uomo può essere privo di un rapporto “fisico” con i suoi libri, le sue letture. Scoprire questo rapporto significa mettere a nudo il personaggio sul lato dell’amore.
In “Verdi legge Verdi” la drammaturgia dunque non dimentica l’amore per I Promessi Sposi ma anche riferimenti ai tre capolavori shakespeariani Macbeth, Otello, Falstaff.
Finazzer Flory, dunque, diventa voce e volto del compositore assumendone le sembianze ma al tempo stesso giocando sull’immaginario incontro tra il Verdi di oggi e il Verdi del passato.
Un omaggio alla musica e dell’opera lirica italiana e a una delle sue figure di maggiore levatura come Giuseppe Verdi, considerato uno dei massimi operisti della storia, autore di melodrammi che fanno parte del repertorio dei teatri di tutto il mondo.
Finazzer Flory diventa voce e volto del compositore, con uno straordinario make-up, assumendone le sembianze ma al tempo stesso giocando sull’immaginario incontro tra il Verdi di oggi e il Verdi del passato.
Il programma della serata prevede, oltre alle composizioni più famose dello stesso Verdi, anche arrangiamenti in chiave moderna e brani come, per esempio, Bohemian Rapsody e Somebody to Love dalla discografia dei Queen e Man in the Mirror di Michael Jackson.

Massimiliano Finazzer Flory

Verdi legge Verdi
Durata: 60 minuti
Regista e interprete: Massimiliano Finazzer Flory

L’ingresso alla serata, promossa dal Consorzio Vero Volley, è per l’occasione gratuito e sarà richiesta soltanto la registrazione sul sito www.verovolley.com/verdi-legge-verdi
Dopo la compilazione dell’apposito modulo si riceverà all’indirizzo email indicato un biglietto elettronico con QR Code che consentirà l’accredito diretto presso gli accessi dedicati il giorno stesso dell’evento, il 17 gennaio 2017, al Palazzetto dello Sport di Monza.

Per informazioni è possibile scrivere a: verdi-legge-verdi@verovolley.com.
Per tutti gli approfondimenti: www.verovolley.com

Palazzetto dello Sport
Viale Gian Battista Stucchi
20900 Monza (MB)

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 1 times, 1 visits today)
Condividi su:

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi