SiteLock

miart 2017

Fiera Internazionale d'Arte Moderna e Contemporanea
miart è la mostra internazionale d'arte moderna e contemporanea, è un osservatorio attento e sensibile ad ogni evoluzione artistica e si conferma luogo culturalmente privilegiato per l’attenzione dedicata alle continue novità del mercato artistico, alla dinamicità che lo contraddistingue, ai suoi cambiamenti rapidissimi e alle diverse frontiere esplorate dal mondo dell’arte.
miart è una fiera in cui moderno e contemporaneo dialogano con continui rimandi o con echi più o meno espliciti; un’occasione per riflettere sulla continuità fra passato e presente.
miart vuole sottolineare ancora di più questo aspetto e allo stesso tempo lavorare sulla possibilità di sperimentare strategie istituzionali alternative a quelle consuete. L’obiettivo è quello di iniziare un percorso che porti miart ad essere attiva nella produzione moderna e contemporanea durante tutto l’anno e non solo nei tre giorni dell’evento fieristico. 
miart diventa un collettore di ambiti, strutture ed esperienze variegate in grado, da una parte, di connettere tra loro le specificità che esistono nel tessuto culturale ed economico di Milano, dall’altro, di incubare importanti realtà internazionali.
Le sezioni della fiera e gli eventi in città si basano su un principio di “attraversamento” di discipline diverse con il desiderio di intercettare pubblici provenienti anche da altri ambiti per definire nel campo dell’arte un luogo idoneo alla comunicazione tra i saperi, un luogo di “scambi” oltre che un’esperienza culturale sulla base della teoria de “L’Economia delle Esperienze” in cui la produzione di beni e servizi non è più sufficiente, ma sono le “esperienze” offerte a costituire il fondamento della creazione di valore

SEZIONI
Established
Una selezione di gallerie internazionali che promuovono arte moderna e contemporanea, suddivise rispettivamente in Masters, Contemporary e First Step.
Masters
Categoria dedicata alle gallerie che presentano opere d'arte realizzate entro l'anno 2000, in una selezione che spazia dai maestri dell'arte moderna fino agli artisti oggetto di una riscoperta attuale.
A cura di: Alberto Salvadori, Direttore OAC Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Firenze
Contemporary
Categoria dedicata alle gallerie di primo mercato che presentano i linguaggi della più stretta contemporaneità, dai classici odierni alle produzioni nuove e recenti.
First Step
Categoria dedicata a gallerie che hanno partecipato in passato alla sezione Emergent e che passano alla sezione Established. La partecipazione all'interno della categoria First Step è consentita per un massimo di due edizioni.

Generations
Sezione curatoriale su invito. In ciascuno stand - risultato della condivisione di due differenti gallerie - sono poste in dialogo le opere di due artisti appartenenti a generazioni diverse, in un confronto tra storicità e sperimentazione. Generations è concepita come un’espansione in forte continuità con la precedente sezione THENow
A cura di: Douglas Fogle, Curatore Indipendente e scrittore, Los Angeles
Nicola Lees, Direttore e Curatore 80WSE Gallery, New York University, New York

Emergent
Sezione riservata alle giovani gallerie con un'attività espositiva che non superi i cinque anni al momento dell'iscrizione (ottobre 2016) e la cui programmazione sia focalizzata sulla promozione delle generazioni più recenti. Per la prima volta nella storia di miart la selezione delle gallerie partecipanti a questa sezione verrà concepita su base di application e in collaborazione con un Advisory Committee che include i seguenti membri :
Marco Altavilla, Galleria T293, Rome
David Hoyland, Seventeen, London
Emanuel Layr, Galerie Emanuel Layr, Wien
Paolo Zani, Zero..., Milan

Decades
Sezione che celebra il ruolo centrale delle gallerie e della loro storia in un percorso che attraversa il XX secolo in una scansione per decenni. Ciascuno stand presenta – attraverso una mostra monografica o tematica – un momento chiave che ha marcato il periodo in questione. Abbraccia i primi anni del secolo scorso fino agli anni ’80 e ’90, questa sezione intende espandere l’offerta cronologica di miart e la stessa “nozione” di storico includendo opere delle ultime due decadi del XX secolo.
A cura di: Alberto Salvadori, Direttore OAC Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Firenze

On Demand
Sezione trasversale che incoraggia le gallerie a esporre opere che vivono della relazione con il contesto e con l’acquirente e che vengono realizzate in via definitiva solo dopo essere state acquisite.
A cura di: Oda Albera, Exhibitors Liaison e Progetti Speciali

Object
Sezione dedicata alle gallerie attive nella promozione del design di ricerca, delle arti decorative e delle limited edition, la cui attività espositiva sia frutto di una stretta collaborazione con i designer.
A cura di: Domitilla Dardi, Curatrice per il Design, MAXXI Architettura, Roma

 

PREMI E ACQUISIZIONI ASSEGNATI

Premio Fidenza Village per Generations al miglior dialogo tra le opere di due artisti appartenenti a generazioni diverse alla coppia Barbara Kasten (BORTOLAMI, New York) e Jessica Stockholder (GALLERIA RAFFAELLA CORTESE, Milano)
Premio On Demand a un progetto futuro da realizzare a Massimo Grimaldi (ZERO..., Milano)

Barbara Kasten e Jessica Stockholder, stand di Bortolami e Galleria Raffaella Cortese

Barbara Kasten e Jessica Stockholder, stand di Bortolami e Galleria Raffaella Cortese

Lo stand della sezione Generations che si è aggiudicato la prima edizione del Premio Fidenza Village per Generations a miart 2017 è quello composto dalla coppia di artiste Barbara Kasten e Jessica Stockholder, presentate rispettivamente dalla galleria Bortolami di New York e dalla Galleria Raffaella Cortese di Milano.
La giuria internazionale composta da Björn Geldhof (Direttore Artistico e Strategico, YARAT Contemporary Art Space, Baku e Direttore Artistico, Pinchuk Art Centre, Kiev), Stefan Kalmár (Direttore, Institute of Contemporary Arts, London) e Gianfranco Maraniello (Direttore, Mart - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto), nel riconoscere la qualità di tutti gli stand della sezione – curata da Douglas Fogle (Critico e Curatore indipendente, Los Angeles) e Nicola Lees (Direttore e Curatore 80WSE Gallery, New York University, New York) – ha desiderato premiare il dialogo tra Barbara Kasten e Jessica Stockholder, per il modo in cui le due artiste hanno ingaggiato un profondo scambio tra le opere. Il risultato della loro collaborazione ha preso una forma che illumina reciprocamente l’opera di ciascuna.
Del valore di 10.000 €, il nuovo Premio Fidenza Village per Generations è realizzato in collaborazione con Value Retail ed è destinato al miglior stand della sezione Generations, quindi al miglior dialogo stabilito da due gallerie tra le opere di due artisti appartenenti a generazioni diverse tra loro, dimostrando come il passato e il presente siano rilevanti l’uno per l’altro.

Progetto di Massimo Grimaldi presentato dalla galleria Zero di Milano.

Progetto di Massimo Grimaldi presentato dalla galleria Zero... di Milano.


Si aggiudica invece il Premio On Demand – nato quest’anno accanto alla nuova sezione trasversale di miart, dedicata a opere che vivono della relazione con il contesto e con l’acquirente – il progetto di Massimo Grimaldi presentato dalla galleria Zero… di Milano.La giuria composta da Gloria Moure (Storica dell’arte e Curatore Indipendente, Barcellona), Florence Ostende (Curatore, Barbican Art Gallery, Londra) e Jean Marc Prévost (Direttore, Carré d’Art - Musée d’art contemporain, Nîmes) ha deciso di conferire il premio al progetto di Massimo Grimaldi, dopo aver apprezzato, poiché attinenti alla finalità del premio, la radicalità del progetto Un amaro monumento all’obsolescenza e l’impegno della galleria per la presentazione.

Premio On Demand: Massimo Grimaldi, galleria Zero di Milano

Premio On Demand: Massimo Grimaldi, galleria Zero... di Milano

Il nuovo Premio On Demand, del valore di 10.000 €, è realizzato in collaborazione con l’associazione svizzera Snaporazverein ed è destinato alla migliore presentazione all’interno della nuova sezione. Il premio consiste nel sostegno economico per un progetto futuro dell’artista premiato: in questo modo miart, grazie alla collaborazione della casa di produzione Snaporazverein, diventa co-produttore di iniziative artistiche che fuoriescono dall’ambito della fiera sia in termini spaziali che temporali.

Assegnato per la prima volta a miart 2017 il Premio CEDIT per Object al miglior designer emergente italiano Duccio Maria Gambi, della NERO DESIGN GALLERY di Arezzo. La giuria internazionale, composta da Silvana Annicchiarico (Direttore, Triennale Design Museum, Milano), Deyan Sudjic OBE (Direttore, Design Museum, Londra) e Stefano Torrenti, CEO Florim Ceramiche S.p.a, Modena), ha deciso di acquisire l’opera RETROSTORICO | Zuperfici Collection del 2017, “per il recupero della storia del design, per la capacità di far dialogare naturalità e artificialità unendo il lavoro artigianale e manuale con quello industriale”. L’opera entrerà a far parte della collezione permanente del Triennale Design Museum di MilanoIl Premio CEDIT per Object è realizzato in collaborazione con CEDIT – Ceramiche d’Italia, il marchio del gruppo Florim che sintetizza il dialogo tra arte, design e italianità. L'opera sarà esposta in occasione della Milano Design Week nelle vetrine del Florim Flagship Store in Foro Buonaparte 14, dove resterà visibile per l'intero mese di aprile.

Duccio Maria Gambi, della NERO DESIGN GALLERY di Arezzo

Duccio Maria Gambi, della NERO DESIGN GALLERY di Arezzo

Assegnato anche il Premio Rotary Club Milano Brera per l’Arte, giunto alla sua nona edizione. La giuria composta da Laura Cherubini (Curatore e Professore di Storia dell'Arte Contemporanea, Accademia di Belle Arti, Roma), Christian Marinotti (Editore, Professore di Storia dell'Arte Contemporanea, Facoltà di Architettura, Politecnico di Milano e creatore del premio, Milano) e Andrea Viliani (Direttore Generale, Madre – Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina, Napoli) ha ritenuto di assegnare il premio al dialogo tra le due artiste Anna-Bella Papp e Ruth Wolf-Rehfeldt, rispettivamente per le opere Untitled, 2014 (creta,  30,8 x 28 x 3 cm., pezzo unico) e Strukturblätter, anni ’80 (dattiloscritto, 10 x 15 cm., pezzo unico) presentate nello spazio condiviso dalle gallerie Stuart Shave/Modern Art di Londra e ChertLüdde di Berlino all’interno della sezione Generations.

 


Gallerie

47 Canal, New York
A arte Invernizzi, Milan
A Gentil Carioca, Rio de Janero
Acappella, Naples
And Now, Dallas
Rolando Anselmi, Berlin
Apalazzo, Brescia
The Approach, London
Art : Concept, Paris
Alfonso Artiaco, Naples
Enrico Astuni, Bologna
: Baril, Cluj-Napoca
Albert Baronian, Brussels
Galerie Maria Bernheim, Zurich
BFA - Boatos Fine Arts, São Paulo
Marianne Boesky, New York
Bortolami, New York
Thomas Brambilla, Bergamo
Brand New Gallery, Milan
Cà di Frà, Milan
Campoli Presti, London-Paris
Canada, New York
Car Drde, Bologna
Cardelli & Fontana, Sarzana
Cardi, Milan-London
ChertLüdde, Berlin
Clearing, Brussels-New York
Clima, Milan
Luciano Colantonio, Brescia
Sadie Coles HQ, London
Colleoni Arte, Bergamo
Rossella Colombari, Milan
Contini, Venice-Cortina d’Ampezzo
Continua, San Giminiano-Beijing-Les Moulins-Habana
Raffella Cortese, Milan
Cortesi Gallery, Lugano-London
Guido Costa Projects, Turin
Riccardo Crespi, Milan
Monica De Cardenas, Milan-Zuoz
Massimo De Carlo, Milan-London-Hong Kong
de’ Foscherari, Bologna
Galleria Luisa Delle Piane, Milan
Dep Art, Milan
Deweer, Otegem
Tiziana Di Caro, Naples
Dimoregallery, Milan
Downs & Ross, New York
Eastwards Prospectus, Bucarest
Eidos, Asti
Ellis King, Dublin
Emalin, London
Erastudio Apartment-Gallery, Milan
Ermes - Ermes, Vienna
Ex Elettrofonica, Rome
Frediano Farsetti, Florence
Erica Fiorentini, Rome
Marie-Laure Fleisch, Rome-Brussels
Frittelli Arte Contemporanea, Florence
Fumagalli, Milan
FuoriCampo, Siena
García Galería, Madrid
Gariboldi, Milan
Giustini / Stagetti Galleria O. Roma, Rome
Gladstone, New York-Brussels
The Goma, Madrid
Greene Naftali, New York
Grieder Contemporary, Zurich
Grimmuseum, Berlin
Studio Guastalla, Milan
Studio Guenzani, Milan
Hollybush Gardens, London
House of Egorn, Berlin
Eric Hussenot, Paris
Il Ponte, Florence
Alison Jacques, London
Rodolphe Janssen, Brussels
Kaufmann Repetto, Milan-New York
Kinman, London
König Galerie, Berlin
Andrew Kreps, New York
Matteo Lampertico, Milan
Emanuel Layr, Vienna-Rome
Galerie Lelong, Paris-New York
Antoine Levi, Paris
Loom Gallery, Milan
Lorenzelli Arte, Milan
Federico Luger, Milan
Magazzino, Rome
Galleria d’Arte Maggiore G.A.M., Bologna
Norma Mangione, Turin
Gió Marconi, Milan
Primo Marella, Milan
Matter of Stuff, London
Mazzoleni, Turin-London
Meliksetian Briggs, Los Angeles
Francesca Minini, Milan
Massimo Minini, Brescia
Stuart Shave/Modern Art, London
Montrasio Arte, Milan- Monza
Nahmad Projects, London
Neochrome, Turin
Nero Design Gallery, Arezzo
Nilufar, Milan
Noire, Turin
Nathalie Obadia, Paris-Brussels
Office Baroque, Brussels
Open Art, Prato
Osart, Milan
Otto Gallery, Bologna
Otto Zoo, Milan
P420, Bologna
Pack, Milan
Pact, Paris
Francesco Pantaleone, Palermo
Paradisoterrestre, Bologna
Christine Park Gallery, London
Plutschow Gallery, Zurich
Gregor Podnar, Berlin
Poggiali, Florence
Berthold Pott, Cologne
Progetto Elm, Milan
ProjectB, Milan
Prometeogallery, Milan
Raucci/Santamaria, Naples-Milan
Allegra Ravizza, Lugano
Rcm galerie, Paris
Repetto, London
Anthony Reynolds, London
Ribordy Contemporary, Geneva
Ribot, Milan
Michela Rizzo, Venice
Lily Robert, Paris
Robilant+Voena, London-Milan-St Moritz
Lia Rumma, Naples-Milan
Richard Saltoun, London
Federica Schiavo, Rome-Milan
Seventeen, London-New York
Smac, Cape Town-Johannesburg-Stellenbosh
Società di Belle Arti, Viareggio-Cortina d’Ampezzo
Spazia, Bologna
SpazioA, Pistoia
Sperone, Sent
Stems, Brussels-Luxembourg
Studio Dabbeni, Lugano
Studio Marconi, Milan
Studio Sales, Rome
Subalterno1, Milan
T293, Rome
Galleria Tega, Milan
Tonelli, Milan
Tornabuoni, Florence-London-Milan-Paris
Alberto Torri, Bratislava, Milan
Steve Turner, Los Angeles
Rita Urso, Milan
Viasaterna, Milan
Paola Verrengia, Salerno
Galleria Antonella Villanova, Florence
Vin Vin, Vienna
Vistamare, Pescara
Michael Werner, New York-London
Galerie Jocelyn Wolff, Paris
Z2O Sara Zanin, Rome
Zeno X Gallery, Antwerp
Zero…, Milan


31 MARZO - 02 APRILE 2017

Ufficio stampa miart 2017Lara Facco - tel. +39 02 36565133 - mob. +39 349 2529989 - press@larafacco.com
Ufficio stampa Fiera MilanoRosy Mazzanti - tel. +39 0249977324 - 
rosy.mazzanti@fieramilano.it
Elena Brambilla - tel. +39 0249977939 - elena.brambilla@fieramilano.it

Fieramilanocity
Viale Scarampo
Gate 5

Condividi su:

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi