SiteLock

The Floating Piers di Christo e Jeanne-Claude, Lago d’Iseo. Un evento mondiale.

Sorvolo dei lavori per installare i 100 metri delle 16 sezioni per collegare le isole di San Paolo e Monte Isola con la città di Sulzano di The Floating Piers, courtesy Christo e Jeanne-Claude ©

Più di 100mila persone nei primi due giorni. La società The Floating Piers ha comunicato al Comitato di Coordinamento che l’opera rimarrà chiusa dalle ore 24 di giovedì 23 giugno alle ore 7.30 di venerdì 24 giugno, per manutenzione.
Il prefetto di Brescia, Valerio Valente: "Stiamo valutando, anche su richiesta della stessa organizzazione, una chiusura permanente notturna, perlomeno nelle ore che vanno da mezzanotte alle sei. Rimoduleremo la frequenza di treni e battelli per agevolare il rientro dei passeggeri la sera da Montisola verso terra, ma comunque saranno due o tre corse in più perché la disponibilità di battelli non va oltre e rimoduleremo meglio anche treni per cercare di garantire frequenze ma magari ridurre portata passeggeri per evitare imbuto a Sulzano. In piazza a Sulzano posso stare al massimo 6 mila persone in coda. Cercheremo di assistere con acqua in caso di caldo. Il consiglio è evitare le visite al sabato o domenica. Prendetevi un giorno di ferie e vi godrete tutto di più."
Christo: "Solo una volta nella vita camminerete sulle acque per 16 giorni e non ci sarà mai più un altro Floating Piers nel mondo dopo il 3 luglio. Ma se non avete pazienza, non venite a visitarlo. Sono felice che ci sia stato tempo variabile così si è avuta la possibilità di apprezzare tutti i colori del progetto con cielo grigio e pioggia. Anche perché ora si prevedono tanti giorni di sole.

Inaugurazione "The Floating Piers", foto di Alessandra Finzi, 18/06/2016

Presenti all'inaugurazione il ministro Maria Elena Boschi ("È un’opera da vivere") e il governatore della Lombardia Roberto Maroni. Presenti fra gli altri anche il sindaco di Sulzano Paola Pezzotti, quello di Montisola Fiorello Turla e il prefetto di Brescia, Valerio Valenti, all'’alba, alle 6 del mattino al Wine Bar di Franciacorta allestito a Sulzano, a pochi metri dalla passerella. Alle 7,20, arriva Maria Elena Boschi.
Paola Pezzotti: "E una giornata
 speciale, è arrivato il momento di vivere l’opera. Paola e Fiorello non ce l’avrebbero fatta se la popolazione di Sulzano e di Montisola non avesse collaborato per la buona riuscita dell’evento. Siamo diventati una famiglia allargata, e stiamo andando tutti nella stessa direzione. Ora siamo pronti ad ospitare i visitatori: il sorriso deve essere il nostro primo biglietto da visita."
Roberto Maroni: "Questa straordinaria performance non si chiuderà il 4 luglio. A maggio abbiamo dato il via all’Anno del Turismo lombardo e The Floating Piers rientra appieno nello spirito della nostra iniziativa, che è appunto quella di valorizzare al massimo il nostro patrimonio, le nostre bellezze naturali, i luoghi di cultura e le bontà gastronomiche."
Fiorello Turla: "Oggi si corona un sogno iniziato il primo agosto del 2014. Quella che sembrava una boutade, oggi è diventata una grande opportunità. Montisola ha cambiato pelle, siamo pronti a far fronte ad un’invasione pacifica, ma è importante pensare anche al... dopo Christo."
Valerio Valenti: "Spero che il successo di quest’opera ripaghi tutto il lavoro e gli sforzi fatti in questi mesi, ma io sono ottimista per natura..."
Presenti anche gli assessori regionali Mauro Parolini, Simona Bordonali, Viviana Beccalossi, Gianni Fava, Claudia Maria Terzi e Giulio GalleraUmberta e Franco Beretta, proprietari dell’isola di San Paolo.
Umberta Gnutti: "Vederla finita, con questo straordinario colore, è un’emozione assoluta. Abbiamo “prestato“ l’isola di San Paolo perchè riteniamo che quest’opera sia una grande opportunità per tutto il territorio".  Franco Beretta: "Il mio bisnonno aveva un sogno: costruirsi una casa per la villeggiatura. L’isola di San Paolo era il luogo ideale: abbastanza distante dalla Valtrompia per considerarla “vacanza“, ma facilmente raggiungibile. Svegliarsi e vedere questa traccia di fuoco sull’acqua è stata una cosa eccezionale. Tutti quelli che non conoscono il lago - conclude Franco Beretta - lo potranno apprezzare grazie anche all’opera di Christo."

La passerella di Christo rimarrà per sempre, grazie a Google.

Christo

Christo, © Gianni Marussi


“I miei sono progetti pubblici su un territorio rurale o urbano. Non è Land Art: sono opere uniche che se ne andranno per sempre. Non possono essere acquistate, sono l’espressione della libertà
L’opera d’arte non è solo il tessuto o i cubi galleggianti, ma è fatta anche dall’acqua, dalle rocce, dagli alberi, dalle persone che camminano, dalle strade. Tutto ciò è l’opera d’arte.
Christo

Inaugurazione Christo e Jeanne-Claude: The Floating Piers, Lago d'Iseo, 18/06/2016

The Floating Piers © Gianni Marussi


"L’arte che ti fa camminare sull’acqua"
The New York Times
"Passeggiando sull’acqua con Christo"
The Guardian
"I moli galleggianti aperti gratuitamente»
The Independent
"L’artista impacchettatore mette i turisti sull’acqua"
Der Spiegel
"Quell’artista divino sul lago italiano"
Shanghai Daily


Intervento all'inauguratione del Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni


Interventi dei Sindaci di Sulzano: Paola Pezzotti, di Monte Isola: Fiorello Turla e del Prefetto di Brescia: Valerio Valenti.

Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo:  “Quest’opera spettacolare, che collega le diverse sponde del lago, ben si integra con le bellezze naturali e paesaggistiche del territorio. Arte e natura diventano così quel museo diffuso che caratterizza al meglio la nostra Italia. Nelle prossime settimane il lago d'Iseo sarà al centro del mondo”.
Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole: "The floating piers è un tentativo straordinario di raccordare paesaggio ed esperienza umana. Siete riusciti ad essere glocal".
Mauro Parolini, Assessore Regionale al Turismo: "Anche se poi sarà smontata e spedita al riciclo, la passerella è un’opera che non esiste senza le persone".

Christo sull'apertura del 18 giugno in forse per la pioggia, le previsioni per sabato 18: nubi sparse, temporali e schiarite.: "L’ho detto many many times: i nostri progetti aprono tempo permettendo. La passerella è pronta quando è pronta: trovo che questa suspense sia favolosa. Spero che tutto sia pronto il 18 giugno, ma non ne sono sicuro. Jeanne-Claude non ha mai voluto far lavorare gli operai in condizioni disumane. La pioggia ci ha rallentato"

Il ministro Maria E. Boschi, Christo e il prefetto di Brescia Valerio Valenti

Il ministro Maria E. Boschi, Christo e il prefetto di Brescia Valerio Valenti, © Gianni Marussi

The Floating Piers, il nuovo progetto di Christo in Italia, reinterpreta il Lago d'Iseo per 16 giorni dal 18 giugno al 3 luglio 2016, accessibile gratuitamente 24 ore su 24. Di notte sarà illuminata con 240 lampade che verranno installate al tramonto e rimosse all'alba. 70.000 metri quadri di tessuto giallo cangiante, sostenuti da un sistema modulare di pontili galleggianti formato da 200.000 cubi in polietilene ad alta densità, compongono una installazione che si sviluppa a pelo d'acqua seguendo il movimento delle onde.


Il risultato finale è uno straordinario percorso di circa 5 chilometri totali, di cui 3 posti direttamente sulle acque del lago. L’opera offre al contempo un’altra esperienza mozzafiato: la possibilità di ammirarne la bellezza dall’alto presso diversi punti panoramici che punteggiano il circondario del Sebino, affacciati sia sulla sponda bresciana, che su quella bergamasca. I visitatori potranno fruire del lavoro percorrendo la sua intera lunghezza, che si sviluppa in circolo da Sulzano a Monte Isola e poi fino all'isola di San PaoloInfatti alle montagne che circondano il lago si potrà avere uno sguardo “a volo d'uccello” su The Floating Piers osservandone angoli nascosti e prospettive inaspettate.
The Floating Piers crea sulle acque del Lago di Iseo un percorso pedonale di 3 kilometri composto da pontili larghi 16 metri e alti 50 centimetri dai bordi degradanti. Il tessuto si sviluppa per altri 1,5 kilometri lungo la strada pedonale tra Sulzano e Peschiera Maraglio. Il costo interamente sostenuto da Christo, con la vendita dei suoi bozzetti, è di 15.000.000 di Euro e di un indotto sul territorio stimato intorno ai 50 milioni, stimata una presenza di 500mila turisti. Tutto il materiale impiegato verrà riciclato.
Con The Floating Piers, il Lago d’Iseo conferma il suo valore di destinazione turistica, offrendo al pubblico dell’installazione la possibilità di scoprire il ricco patrimonio naturalistico, culturale ed enogastronomico che caratterizza il suo territorio. In virtù di ciò, Explora, la società di promozione turistica del territorio lombardo, con il suo brand inLOMBARDIA, e la stessa Regione Lombardia, supportano il territorio del Sebino e limitrofi, come la Valle Camonica, Franciacorta e Valli Bergamasche, riserve e parchi naturali, con una strategia di promozione delle attrattività turistiche sia durante l’evento, allo scopo di potenziarne i benefici, sia alla sua conclusione per garantire ricadute positive nel tempo.
La presenza di Regione Lombardia e Explora durante e post evento si tradurrà in un piano di promozione articolato in una serie di azioni, che vanno dalla raccolta della memoria storica del progetto The Floating Piers con la realizzazione di video time lapse, passando da una strategia di social amplification tramite i canali social di inLOMBARDIA e Regione Lombardia con una comunicazione costante dell’evento e di ciò che accade sul territorio mediante post, immagini, video in tempo reale e grazie al coinvolgimento di importanti blogger e influencer nazionali e internazionali che saranno attivi con l’hashtag #inLombardia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

The Floating Piers, © Gianni Marussi

A Sulzano, in prossimità dell’ingresso in passerella, allestito un punto informativo fisso e personalizzato con la campagna “Anno del Turismo in LOMBARDIA” attraverso cui saranno promossi i servizi regionali le informazioni turistiche utili ai tanti visitatori dell’opera.
Da oggi e fino al 15 luglio 2016, parte l’instagram photo contest #TheFloatingPiers, che, oltre a regalare un’esperienza unica e irripetibile è aperto a tutti i fotografi dilettanti, amatoriali, professionisti e Instagramers. Il contest fotografico veicolerà principalmente i suoi obiettivi attraverso i canali digitali ufficiali: Instagram e Facebook ed è organizzato da Visit Lake in collaborazione inLOMBARDIA.
Informazioni, modalità di iscrizione e premi su: www.iseolake.info/tfp/contest.php  - social@iseolake.info


Images courtesy of Christo e Jeanne-Claude, copyright photo by Wolfgang Volz André Grossmann per i progetti.


A Sulzano è in corso la mostra fotografica di Wolfgang Volz che illustra i lavori di Christo, dal 11 giugno al 10 luglio, al Le Palafitte, "Christo e Jeanne-Claude as seen by Wolfgang Volz".

Christo e Jeanne-Claude as seen by Wolfgang Volz”, Sulzano (BS), lago di Iseo, 11 giugno

A Iseo la mostra "Catching the landscape. Fotorafie di Wolfang Volz", dal 10 giugno al 31 luglio.
La Fondazione l’Arsenale, in collaborazione con il Comune di Iseo, promuove una mostra dedicata alle opere del celebre artista bulgaro-americano, ma non solo: fotografie scattate da chi da oltre quarant’anni affianca il geniale esponente della land-art. Una personale delle immagini di Wolfgang Volz, fotografo tedesco di nascita, ma svedese di residenza.
Una trentina di scatti, tra cui pannelli di grandissime dimensioni, che cristallizzano la magnificenza del sodalizio artistico e personale di Christo e Jeanne-Claude dagli anni ’70 in poi. Ma anche paesaggi in bianco e nero visti dall’occhio di Volz.

All'Arsenale è stato presentato anche il libro: "Trasformazioni - L’arte nascosta di Christo e Jeanne-Claude", scritto dalla giornalista Zornitza Kratchmarova ed edito da Informant. Il libro contiene dieci interviste ad altrettanti testimoni d'eccezione delle loro installazioni, nate sfidando antagonismi e difficoltà: John Kaldor, Jane Gregorius & Dan Telleen, Joe Pozzi, Tim O’Connor, Laure Poulet, Wolfgang Volz, Frank Seltenheim, Jérôme Szeemann, Adam Kaufman e Umberta Gnutti Beretta. Completano l’opera materiale fotografico originale, la prefazione del curatore veneziano Ettore Camuffo e l’introduzione di Stefano Lucchini.

Fondazione l’Arsenale
Vicolo Malinconia, 2
25049 Iseo (BS)
www.arsenaleiseo.it - info@arsenaleiseo.it - Tel. e Fax: +39 030 981011
Orari: martedi- venerdì: 10.00-12.00; sabato e domenica: 10.00-12.00;16.00 -18.00
dal 18 giugno al 3 luglio 16.00 - 20.00; 21.00 - 23.00 
Ingresso:libero

Catching the landscape. Fotorafie di Wolfang Volz

Catching the landscape. Fotorafie di Wolfang Volz

Tra la primavera e l'estate del 2014 Christo, insieme a Vladimir Yavachev - operations manager, Wolfgang Volz - project manager, Josy Kraft – registrar e curatore, hanno esplorato diversi laghi del nord Italia e, insieme al Project Director Germano Celant, hanno ritenuto che il Lago d'Iseo - a 100 km ad est di Milano e 200km ad ovest di Venezia - fosse il luogo più adatto e di grande ispirazione.
The Floating Piers è il primo progetto su larga scala dai tempi di The Gates, realizzato da Christo e Jeanne-Claude nel 2005. Come tutti i loro lavori, i fondi per la realizzazione di questa opera provengono interamente dalla vendita delle opere di Christo. Dopo i 16 giorni tutte le componenti dell'opera verranno rimosse e dismesse attraverso un processo industriale di riciclaggio.
Christo e Jeanne-Claude hanno realizzato in Italia molti progetti nella loro carriera creativa: Wrapped Fountain e Wrapped Medieval Tower a Spoleto, 1968; Wrapped Monuments a Milan, 1970; e The Wall, Wrapped Roman Wall a Rome, 1974. Dopo oltre 40 anni dall'ultimo progetto, Christo è entusiasta di poter lavorare ancora in Italia.

Christo e Jeanne-Claude

Images courtesy of Christo e Jeanne-Claude ©

Christo (nato nel 1935) e Jeanne-Claude (1935-2009) hanno creato insieme alcune delle opere visivamente più spettacolari del XX e del XXI secolo. Dai primi oggetti impacchettati ai progetti monumentali all’aperto, tra cui ricordiamo Valley Curtain in Colorado (1970-1972), Running Fence in California (1972-1976), Surrounded Islands a Miami (1980-1983), The Pont Neuf Wrapped a Parigi (1975-1985), The Umbrellas in Giappone e in California (1984-1991), Wrapped Reichstag a Berlino (1972-1995) e The Gates a Central Park, New York (1979-2005), gli artisti hanno superato i limiti tradizionali della pittura, della scultura e dell’architettura. Insieme hanno cambiato il concetto stesso di “arte pubblica” creando opere temporanee dalla durata volutamente effimera.
Jeanne-Claude è scomparsa nel novembre del 2009 ma Christo continua a lavorare alle sulle opere Over The River e The Mastaba. L’idea originaria da cui è scaturito l’ultimo progetto attualmente in fase di realizzazione, The Floating Piers, nacque nella mente di entrambi gli artisti nel 1970. Nel 2014, Christo decise che il Lago d’Iseo offriva l’ambientazione più suggestiva per il progetto che aprirà al pubblico dal 18 giugno al 3 luglio 2016. Scopo primario dell’artista è da sempre quello di creare opere d’arte spettacolari, gioiose e totalmente gratuite per i visitatori.
Christo e Jeanne-Claude non hanno mai accettato e certamente non lo farà Christo in futuro, nessun sussidio, finanziamento o sponsorizzazione di nessun tipo per le proprie opere d’arte temporanee e pubbliche. Tutti i redditi dell’artista provengono dalla vendita delle sue opere d’arte originali a collezionisti privati, gallerie d’arte e musei.
Christo e Jeanne-Claude iniziarono molto tempo fa a concepire dei progetti per l’Italia, solo alcuni dei quali sono stati poi realizzati. Il profondo legame degli artisti con il nostro paese risale al 1963, l’anno della loro prima personale alla Galleria Apollinaire a Milano, seguita da altre mostre alla Galleria La Salita a Roma e alla Galleria del Leone a Venezia nello stesso anno e quindi alla Galleria Gian Enzo Sperone a Torino nel 1964. Durante un soggiorno romano, Christo impacchettò una delle statue del parco di Villa Borghese. Era la prima volta che l’artista impacchettava un monumento, quantunque di dimensioni modeste. L’opera era stata eseguita senza le dovute autorizzazioni ma le forze dell’ordine non intervennero, ritenendo che i conservatori stessero eseguendo degli interventi di restauro. La statua rimase impacchettata in tutto sei mesi. Nel luglio del 1968 in occasione del Festival dei Due Mondi, Christo e Jeanne-Claude meditavano di impacchettare il teatro lirico di Spoleto, il Teatro Nuovo, edificio del XVIII secolo alto tre piani, che è uno dei principali poli di interesse della cittadina collinare del Centro Italia. Vedendosi negare l’autorizzazione a realizzare quest’opera a causa della normativa antincendi, Christo e Jeanne-Claude scelsero di impacchettare la torre medievale, uno dei primi monumenti importanti che sorge lungo la strada sinuosa che entra in Spoleto e la Fontana barocca sulla Piazza del Mercato. Due anni dopo, nel 1970, Christo e Jeanne-Claude ritornarono in Italia e a Milano realizzarono in contemporanea due opere, impacchettando il monumento a Vittorio Emanuele II re d’Italia in Piazza del Duomo, e il monumento a Leonardo da Vinci in Piazza della Scala. Non furono invece mai realizzati altri due progetti: Arco della Pace Wrapped e Curtains for La Rotonda, che prevedeva la realizzazione di drappi in tessuto per chiudere il centinaio di arcate della tardo barocca Rotonda di Via Besana. L’ultimo progetto all’aperto concepito da Christo e Jeanne-Claude in Italia fu realizzato a Roma nel 1974. Gli artisti impacchettarono il tratto delle Mura Aureliane antiche di 2.000 anni che si trova tra l’imbocco di Via Veneto e Villa Borghese. Sebbene Christo e Jeanne-Claude abbiano continuato a fare mostre e installazioni in interni negli anni successivi, The Floating Piers segna il primo ritorno in Italia degli artisti con un nuovo grandioso progetto dopo quarant’anni.

Un altra mostra in corso che presenta una summa dei progetti di Christo oltre ad una ampia sezione sul progetto e i materiali prescelti per "The Floating Piers"  è "Christo and Jeanne-Claude: Water Projects" al Museo di Santa Giulia a Brescia.

Christo aiuta Papa Francesco a salvare i bambini africani

Il 22 giugno alla 19 alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, in via San Tomaso, 53, alla presenza di monsignor Dario Edoardo Viganò prefetto della segreteria per La Comunicazione del Vaticano, prenderà infatti ufficialmente il via la raccolta di fondi per aiutare i piccoli pazienti dell'ospedale pediatrico di Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana, visitato da Papa Francesco lo scorso novembre in occasione dell’apertura della prima porta dell’Anno Santo. Una racconta di fondi realizzata attraverso la vendita, durante l'evento “Christo’s box, between Art and Mercy, a Gift for Bangui”, di una prima "tranche" dei 300 cofanetti multipli, numerati e firmati dall’artista che ha “impacchettato” un frammento della Scuola di Atene di Raffaello, trasformando sei dvd con straordinarie immagini delle opere dei Musei Vaticani in straordinari "pezzi da collezione" messi in vendita, oltre che nell'evento bergamasco, dalla casa londinese Christie’s con base d’asta di mille euro per ogni cofanetto. L’opera master, donata da Christo al Vaticano, sarà invece custodita dalla Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede. Alla prima asta ospitata alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo saranno presenti, oltre a monsignor Dario Edoardo Viganò, il Direttore della galleria, Giacinto Di Pietrantonio, la direttrice Cristina Rodeschini, il sindaco Giorgio Gori e Bianca Arrivabene vicepresidente per l'Italia della casa d’aste Christie’s.


Christo e Jeanne-Claude: The Floating Piers, progetto per il lago d'Iseo, Italia, a 100 km da Milano e 200 km da Venezia.
- vivibile dal 18 giugno al 3 luglio 2016, per soli 16 giorni;
- completamente gratuita;
- non sarà possibile prenotare l’accesso;
- si estende da Sulzano a Monteisola (loc. Peschiera Maraglio), costeggiandola poi da Peschiera a Sensole; da qui due diramazioni condurranno all'isola privata di San Paolo. Ha  una lunghezza di 4.5 km totali per una larghezza di 16 mt, dei quali gli 8 centrali percorribili dai visitatori in entrambi i sensi marcia;
- sono predisposti parcheggi remoti per auto private NON prenotabili.
Tutti i parcheggi remoti sono collegati a Sulzano a mezzo navetta: 
http://www.iseolake.info/images/eventi/TFP_INFOGRAFICA_TRASPORTI_A4_210316.pdf  - www.floatingpiers/parcheggio;
- è possibile raggiungere Monte Isola in battello dai principali porti del lago, i biglietti sono prenotabili sul sito della Navigazione Lago d'Iseo http://floatingpiers.navigazionelagoiseo.it
 - numerosi treni raggiungeranno la stazione di Sulzano sulla linea Trenord Brescia-Edolo. La stazione FS di Sulzano dista circa 200 m dall'inizio dell'opera
http://www.trenord.it/it/free-time/the-floating-piers/come-raggiungere-the-floating-piers.aspx;
- per raggiungere Sulzano a piedi ed ammirare The Floating Piers dall'alto si consiglia di percorre l'Antica Strada Valeriana (tratto Pilzone d'Iseo-Marone).

Sull'opera sono vietati skateboard, pattini e biciclette. l'area di navigazione sarà interdetta, per motivi di sicurezza. Assolutamente vietato avvicinarsi o addirittura attraccare al ponte galleggiante con qualsiasi tipo di imbarcazione.
In caso di maltempo o vento forte l'organizzazione si riserverà di chiuderlo per motivi di sicurezza o posticipare l'apertura. L' accesso sarà consentito ai cani solo se dotati di guinzaglio e museruola. Accesso consentito ai genitori che vorranno portare i bimbi sul passeggino, così come per i disabili su carrozzina. Non ci si potrà tuffare per fare il bagno nel lago, non ci si potrà sdraiare o prendere il sole.

 

Come arrivare The Floating Piers - 2

Riportiamo qui sotto una serie di risorse per aiutarvi ad arrivarci. The Floating Piers non collabora con queste organizzazioni.
IN AUTO
Ci sono svariate autostrade e altre strade che consentono di giungere in prossimità del progetto. Per trovare parcheggio potete utilizzare i link riportati qui sotto. The Floating Piers non deriva alcun reddito dai servizi di parcheggio.
Nel corso del progetto saranno disponibili informazioni in tempo reale.
L'App di Floating Piers per trovare parcheggio: http://www.bresciamobilita.it/utenti/parcheggi
IN TRENO
La sede del progetto può essere raggiunta con i treni di TRENORD. La società ha aumentato il numero dei treni giornalieri che collegano Sulzano per l'intera durata di The Floating Piers.
CON IL TRENO IN PASSERELLA
Linea Brescia-Iseo-Edolo [fermata Sulzano] The Floating Piers inizia con il viaggio in treno.
Con i biglietti speciali da 13 € [Trenord Day Pass] e 26 € [Family Day Pass] e con la tariffa speciale di 7 € A/R Brescia-Sulzano acquistabili online, nelle biglietterie, presso i ditributori automatici e le rivendite autorizzate, il treno si conferma sempre più comodo e conveniente. Trenord ha previsto il potenziamento dell'offerta di corse da e per Sulzano [dettagli]; più confort di viaggio con i nuovi convogli della Linea Brescia-Iseo-Edolo; l'integrazione di bus navetta da Rovato Borgo a Bornato Calino attivo tutti i giorni dal 18 giugno al 3 luglio 2016; una migliore accoglienza con il restyling della biglietteria di Brescia.
Biglietti speciali Trenord Trenord Day Pass
Raggiungi Sulzano e "The Floating Piers" da qualsiasi stazione servita dal servizio Trenord, con qualsiasi treno Trenord [escluso il servizio aeroportuale Malpensa Express]. Biglietto giornaliero 1 adulto + ragazzi fino ai 13 anni compiuti legati da un rapporto di parentela, a soli 13€.
Family Day Pass
Raggiungi Sulzano e "The Floating Piers" in famiglia da qualsiasi stazione servita dal servizio Trenord, con qualsiasi treno Trenord [escluso il servizio aeroportuale Malpensa Express]. Biglietto giornaliero, per 2 adulti + ragazzi fino ai 13 anni compiuti legati da un rapporto di parentela, a soli 26 €.
Brescia-Sulzano
Da Brescia la tariffa speciale A/R per raggiungere Sulzano in treno è di soli 7,00 €
Gruppi
I gruppi di almeno 10 persone, comprese le scolaresche, possono usufruire di speciali tariffe ferroviarie. I gruppi possono raggiungere Sulzano da tutta la Lombardia con uno sconto sul costo del biglietto ordinario del 20% (dai 14 anni, tariffa minima 1,40 €)  e del 50% per i bambini e i ragazzi tra 4 e 13 anni compiuti.
Per usufruire delle "Offerte Gruppi" è necessario contattare l'Ufficio Gruppi con un anticipo di almeno 5 giorni lavorativi sulla data prevista del viaggio.
L'Ufficio Gruppi ti proporrà un preventivo personalizzato con la tariffa più conveniente in base alla stazione di partenza e alle tue specifiche esigenze.
Come raggiungere "The Floating Piers"
La stazione più vicina è quella di Sulzano [BS] sulla linea Brescia-Iseo-Edolo.
Snodo fondamentale per raggiungere Sulzano è quindi la stazione di Brescia, per tale ragione Trenord ha potenziato sia l'offerta di treni che da tutta la Lombardia arrivano a Brescia, sia quella della linea Brescia-Iseo-Edolo che da Brescia portano a Sulzano.
Come raggiungere Brescia
Sarà possibile raggiungere Sulzano da Milano, Treviglio, Bergamo, Cremona e Verona grazie alle 287 corse di Trenord da e per Brescia e alle Frecce di Trenitalia. Per l'occasione, dal 18 giugno al 3 luglio, Trenord ha potenziato l'offerta di treni: oltre al normale servizio sono, infatti, soprattutto nel weekend sono state inserite nuove corse speciali [vedi tabella].
IN BATTELLO
È possibile vedere The Floating Piers e accedere a vari punti del Lago d'Iseo in battello. Per l'orario dei battelli del Lago d'Iseo e altre informazioni potete visitare il relativo sito web. Navigazione Lago d'Iseo
Trasporti info:
http://www.iseolake.info/images/eventi/TFP_INFOGRAFICA_TRASPORTI_A4_210316.pdf
http://floatingpiers.navigazionelagoiseo.it
http://www.trenord.it/it/free-time/the-floating-piers/come-raggiungere-the-floating-piers.aspx


Progetto: Christo e Jeanne-Claude
Date: 18 giugno - 3 luglio 2016
Luogo: Lago d'Iseo, Italia
http://www.thefloatingpiers.com/
www.christojeanneclaude.net
http://www.iseolake.info/
Wolfgang Volz: wo.volz@gmail.com - Tel. 46 76 779 1948
Ufficio Stampa: press@thefloatingpiers.com - Alice Cavalcoli - alice.cavalcoli@ogilvy.com - Tel. 349 0849867

Facebook: www.facebook.com/floatingpiers
Instagram: floatingpiers
Twitter: @floating_piers #thefloatingpiers

piantina

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 44 times, 1 visits today)
Condividi su: